Consigli per il sonno dei Bambini

Spesso non è facile far fare la nanna al proprio bambino. Spesso, però, anche solo piccoli cambiamenti possono contribuire a rendere più gestibile la sfida quotidiana. Ecco alcuni consigli degli esperti.

Consigli per serate rilassate e per addormentarsi rapidamente

1. Orari fissi per la messa a letto

Il ritmo della nanna gioca un ruolo decisivo nella qualità del sonno dei bambini. Un orario coerente per andare a letto aiuta il corpo dei bambini a sviluppare un ritmo di sonno stabile. Questo ritmo non solo li aiuta ad addormentarsi, ma può anche migliorare la qualità generale del sonno.

2. Cameretta buia

La cameretta dei bambini oscurata può favorire la produzione di melatonina, il cosiddetto ormone del sonno. La melatonina è responsabile della regolazione del ritmo sonno-veglia e viene rilasciata maggiormente quando è buio. In questo contesto, le tende oscuranti possono essere una soluzione efficace. Sono particolarmente utili nei mesi estivi o nelle aree urbane, dove la luce artificiale dei lampioni entra spesso nella cameretta.

3. Rituali della nanna

Rituali come la favola della buonanotte o il bagno caldo possono fare miracoli. Segnalano al bambino che è il momento di calmarsi. Attenersi a una routine coerente è fondamentale! Quando si tratta di tattiche dilatorie, come l’improvviso bisogno di un peluche specifico o di una storia della buonanotte in più, è importante rimanere decisi.

4. Nessun dispositivo elettronico

I bambini dormono meno e peggio se usano tablet, smartphone e altri dispositivi elettronici la sera[1]. La luce blu emessa da dispositivi come smartphone, tablet e televisori può alterare il naturale ritmo sonno-veglia. Questa luce influisce sulla produzione dell’ormone del sonno, la melatonina, che a sua volta può rendere più difficile addormentarsi.

5. Canzoni rilassanti

La musica rilassante o i suoni della natura possono aiutare ad addormentarsi. Esistono app e dispositivi speciali che riproducono tali suoni. YouTube è un’altra buona fonte; ci sono numerosi video con ninne nanne e suoni della natura, tra cui il suono del mare, della pioggia e il canto degli uccelli. Se si preferisce un metodo più tradizionale, si possono utilizzare anche playlist Spotify o CD adatti.

6. Spuntini leggeri

Uno spuntino leggero prima di andare a letto può essere utile per dormire meglio. Tuttavia, bisogna fare attenzione ad evitare gli alimenti ad alto contenuto di zucchero (comprese le bevande), poiché queste sostanze possono avere un impatto negativo sul sonno. Sono invece consigliati una banana o un bicchiere di latte. Entrambi contengono sostanze nutritive che possono favorire il sonno. Le banane sono ricche di magnesio e potassio, che aiutano a rilassare i muscoli, mentre il latte contiene la melatonina, un ormone che favorisce il sonno.

7. Ausiliari per il sonno

I peluche, le luci notturne e le coperte ponderate possono avere un effetto calmante per molti bambini e facilitare l’addormentamento. Le luci notturne possono far sì che i bambini abbiano meno paura del buio. Le coperte più pesanti o anche le coperte ponderate sono spesso particolarmente utili per i bambini che hanno difficoltà a calmarsi. Tuttavia, l’effetto è individuale e non tutti i bambini reagiscono a questi ausili nello stesso modo.

Il sonno dei bambini

Per i bambini il sonno è molto più di una semplice pausa dal gioco e dall’apprendimento. È un fattore decisivo per lo sviluppo fisico e mentale. Durante il sonno non solo vengono rilasciati gli ormoni per la crescita e la riparazione cellulare, ma viene anche processato e memorizzato ciò che è stato appreso durante il giorno. È quindi importante prestare particolare attenzione alle esigenze di sonno dei bambini.

Quanto devono dormire i bambini?

Il fabbisogno di sonno varia notevolmente a seconda dell’età del bambino. I neonati hanno bisogno di circa 12-16 ore di sonno al giorno, mentre i bambini piccoli se la cavano con 11-14 ore. I bambini in età prescolare dovrebbero dormire dalle 10 alle 13 ore, mentre i bambini in età scolare se la cavano con 9-12 ore[2]. È importante che i genitori si assicurino che questi orari di sonno rimangano il più possibile costanti, anche nei fine settimana. Un ciclo sonno-veglia regolare aiuta il bambino a svilupparsi meglio e ad essere più in forma durante la giornata.

Come possono i bambini addormentarsi meglio?

I rituali della nanna possono essere di grande aiuto per facilitare il passaggio dal giorno alla notte. Che si tratti di leggere una favola della buonanotte, di ascoltare dolci canzoncine o di fare un bagno caldo, questi rituali creano un’atmosfera familiare e calmante. Segnalano al bambino che è arrivato il momento di calmarsi e di prepararsi a dormire.

Ma non solo i rituali, anche l’ambiente in cui si dorme gioca un ruolo importante. L’ideale è una stanza buia, fresca e silenziosa. I dispositivi elettronici come tablet o smartphone dovrebbero essere rimossi dalla cameretta. La luce blu di questi schermi può disturbare il ritmo sonno-veglia. Anche un buon materasso e la giusta biancheria da letto possono aumentare il comfort del sonno.

Cosa fare se hanno problemi a dormire?

È ovvio che ci possono essere sempre delle difficoltà e delle sfide. Un bambino su quattro soffre di problemi di sonno ad un certo punto della sua infanzia[3]. La regressione del sonno, gli incubi e il sonnambulismo sono solo alcuni esempi. La regressione del sonno è spesso una fase che si verifica a causa di cambiamenti nella vita del bambino o a causa dell’età. Gli incubi sono un problema particolare per i bambini più grandi e di solito sono innocui, ma possono comunque essere inquietanti. Il sonnambulismo è raro, ma quando si verifica può essere utile adottare misure di sicurezza come le protezioni per le porte.

Esistono varie soluzioni a tutti questi problemi. Un orario fisso per andare a letto, attività calmanti prima del sonno e un dialogo aperto possono aiutare. Tuttavia, se i problemi di sonno persistono, è consigliabile consultare un medico. È necessario indagare sulle possibili cause mediche, come l’apnea notturna o la sindrome delle gambe senza riposo (restless legs syndrome).

In sintesi, si può affermare che un buon sonno è essenziale per lo sviluppo dei bambini. I genitori possono aiutare i loro figli a dormire meglio rispettando l’orario della nanna, introducendo rituali per la nanna e creando un ambiente piacevole per il sonno. Tuttavia, se i problemi di sonno persistono, è consigliabile chiedere aiuto a un professionista.

Altro sui consigli per il sonno dei Bambini


Altro sul tema

Consigli per Genitori

Raccomandato per Bambini Piccoli (1-3 anni)

Giocattoli Educativi

Abbigliamento e Scarpe

Avviso: La maggior parte dei prodotti che raccomandiamo sono collegati tramite link di affiliazione. Se cliccate e fate un acquisto, riceviamo una commissione dal fornitore, senza che ciò comporti una modifica del prezzo per voi. In questo modo sostenete una consulenza indipendente e un sito web privo di banner pubblicitari. Tutti i prezzi sono comprensivi di IVA, più eventuali spese di spedizione; i prezzi possono essere soggetti a modifiche di natura tecnica. Ultimo aggiornamento dei link prodotti il 2024-05-19 / Immagini da Amazon Product Advertising API.

Redazione